Tag Archives: pc

Il pc perfetto per disegnare

Facendo seguito a un post precedente su tavolette grafiche e tablet pc mi sento di dover mettere una parola definitiva sul “pc ideale per disegnare”. La voglio fare facile facile, senza scendere troppo nei dettagli, giusto qualche indicazione di massima.

air-guitar

E’ necessario fare qualche premessa:

  1. prendo come base configurazioni adatte a far girare Photoshop e Clip Studio Paint (ex Manga Studio) – ma sui miei pc faccio girare anche Anime Studio, Sketchup e altro;
  2. non distinguo tra desktop, tablet pc o portatile con tavoletta grafica esterna o integrata, considero solo la configurazione hardware “sotto il cofano”;
  3. non considero il mondo Apple – che non mi piace – anche se ormai sono a tutti gli effetti uguali ai pc Windows con i quali condividono l’hardware (pertanto le considerazioni che farò in realtà saranno valide pure per i computer della mela).

Detto questo andiamo al dunque. I punti da tenere di conto per scegliere il pc ideale sono sostanzialmente 4:

  • Processore: solo Intel. Solo la serie “i” (i3, i5, i7) per i desktop e “m” (m3, m5, m7) per i mobili. La versione “m” è di fatto la versione “i” depotenziata per i portatili, concepiti per consumare meno energia e scaldare meno, pertanto vanno un più piano dei fratelli maggiori, ma l’evoluzione è continua ed è difficile stare al passo;
  • RAM: tanta. Più ce n’è meglio è. I software di grafica ne richiedono molta e il sistema operativo pure. Se ne avete poca il sistema tenderà a “swappare” ovvero a trasferire continuamente pezzi di RAM sull’Hard Disk e viceversa con rallentamento generale delle prestazioni. Pertanto meglio abbondare;
  • Hard disk: se volete una macchina performante usate gli SSD. Provateli, non tornerete indietro. Meglio risparmiare sul processore ma prendere un SSD.  Le prestazioni migliorano in generale, pure lo “swap” è meno pesante. Anche piccolo va bene, se dovete risparmiare, i dati poi li ficcate in un secondo disco interno o esterno e tenete sull’SSD solo i dati su cui state lavorando;
  • Scheda Grafica: i software di grafica usano sempre di più l’accelerazione grafica pertanto meglio montare una scheda video dotata di tale caratteristica. Non è un problema dato che ormai tutte supportano il 3D, comprese quelle montate su scheda madre (i nuovi pc sono tutti dotati di scheda video integrata col supporto 3D). Non dovete fare gaming ma solo permettere ai software di disegno di ruotare i canvas, zommare e altro in modo veloce.

Quindi ecco la mia terna di possibili configurazioni:

  1. PC entry level: processore i3/m3, RAM 4GB, SSD. Tenderà a swappare ma l’SSD riuscira a tamponare un po’ il problema. Solo 4GB di RAM è effettivamente pochino, ma parliamo di una soluzione economica;
  2. PC ok: processore i5/m5, RAM 8GB, SSD. Soluzione ottimale, buon rapporto prezzo/prestazioni;
  3. PC top: processore i7/m7, RAM 16GB, SSD. Con tanta RAM si può addirittura spostare in RAM i files temporanei del sistema (qui una guida tra le molte in giro: http://www.programmifree.com/guide/utilizzare-ramdisk.htm) che accelererà ulteriormente senza sacrificare i programmi e il PC diventerà una “scheggia”!

Gli SSD sono obbligatori, ormai abbordabili come prezzo, vanno bene anche piccoli se non si stra-caricano di cose come le foto e applicazioni inutili. Anzi, se volete un PC che “funzioni” imparate a tenerlo “pulito”. Vedi: https://www.cryx.it/2015/10/25/le-mie-regole-per-mantenere-il-pc-funzionante/

Tenete conto anche di un aspetto importante: se avete un desktop potete anche considerare la possibilità di upgradare il sistema a step – ad esempio installare inizialmente 4GB RAM e poi successivamente incrementarla. Se invece volete un Tablet pc – che a me piacciono tanto – è bene non considerare gli upgrade perché vi costerebbero un botto. E’ complicatissimo smontarli (ci vuole l’assistenza) e spesso i componenti sono tutti saldati su scheda madre (in questo caso nessuna possibilità di upgrade).

Hang Loose

le (mie) regole per mantenere il pc funzionante

Fornisco assistenza informatica gratuita (ahimè) ormai da anni agli amici. E mi capita spesso di imbattermi in pc “devastati” da un uso improprio. Con Mac questo non capita! Falso, con Mac, per varie ragioni tra cui la “chiusura” del sistema e la minore quantità di software disponibile, si tende a installare meno “merda” rispetto a windows. Se usate windows come un Mac vi garantisco che funziona altrettanto bene, se non meglio.

help-1

Dopo anni di esperienza ho stabilito le “mie” regole per avere un pc windows sempre al top ed ho deciso di condividerle con voi, soprattutto “artisti”. Secondo me queste sono buone regole anche per Mac:

  1. MAI usare il pc di “lavoro” per le minchiate: il pc su cui disegno ha installato il “minimo indispensabile”. Per le schifezze usa un pc “sacrificabile” o macchine virtuali (vedi lista successiva). Nel mio caso Photoshop, Suite di Smith Micro (CSP, AnimeStudio, MotionArtist), Trimble Sketchup e poco altro;
  2. Pulisci il tuo pc dalle cose inutili: purtroppo i vari produttori di hardware ficcano dentro i vostri portatili o desktop di tutto di più. Togliete tutto, non serve. Sono rimasto ben impressionato da Wacom che mi ha consegnato un pc pulito. Solo i driver della tavoletta;
  3. installa un antivirus: quello integrato di Microsoft va benissimo se segui queste regole;
  4. installa un antimalaware: io uso MalawareByte in versione gratuita che devi lanciare ogni tanto per fare pulizia;
  5. Usa la webmail: togli i vari outlook express, outlook e compagnia. MAI aprire le mail con questi programmi. Con la webmail gli allegati non possono andare in esecuzione automaticamente – rimangono confinati sul server – e, di solito, le webmail hanno antivirus e antispam integrato. Anche se usi la webmail MAI scaricare allegati se non si è sicuri al 100%. Se usi chrome, ad esempio, ci sono i viewer integrati che ti mostrano i doc  o i ppt o i pdf dentro il browser. Tutto ciò che ti invita ad aprire l’allegato con qualche programma del tuo PC va evitato perché potenzialmente pericoloso!
  6. NON INSERIRE MAI pennine USB di altri o che sono state usate in altri PC, i dati scambiateli con DropBox o simili;
  7. NON creare mai cartelle condivise se non giusto per il tempo che servono;
  8. MAI FIDARSI degli amici: “eh ma quello è un amico che ci capisce” – falso! I più pericolosi sono proprio gli spippolatori della domenica;
  9. MAI installare software di chat o simili a meno di essere sicuri;
  10. MAI installare freeware se non si è sicuri al 100% . Se è proprio necessario vedi la lista successiva;
  11. MAI installare software cracckato! Se proprio è necessario vedi lista successiva;
  12. Aggiorna sempre il sistema;
  13. Usa tools come Autoruns per pulire i processi inutili all’avvio. Meno processi partono all’avvio e più veloce andrà il tuo pc;


Detto questo vediamo di affrontare le eccezioni. Se non avete un pc muletto o “sacrificabile” la migliore soluzione è la virtualizzazione. E’ addirittura migliore del muletto. E’ necessario avere un pc abbastanza potente (processori con le vx – la serie i3, i5, i7 di intel sono ok) con un po’ di ram e pulito.

help-2

Vi suggerisco di usare VirtualBox, funziona bene ed è facile da usare. Ci sono un sacco di guide in giro.

  1. Una volta installato VirtualBox create una Virtual Machine (d’ora in avanti VM). Possibilmente con lo stesso sistema operativo del vostro pc – il problema qui è trovare le “iso” ovvero i file immagine dedi dvd di installazione ad esempio di windows 7, 8 e 10. Si trovano sul sito Microsoft;
  2. La vostra VM è a tutti gli effetti un pc, identico al vostro, un po’ più lento. Ma tanto mica dovete disegnarci. Vi serve per:
    • scaricare quell’allegato strano;
    • testare il freeware che volete provare ma non siete sicuri;
    • montare il crack di … non si può dire!
    • e fare tutte le schifezze possibili (compreso aprire gli allegati sospetti).
  3. Anche sulla VM installate antivirus e antimalaware;
  4. Per fare tutto ciò che è indicato al punto 2 e non dover ricominciare ogni volta da capo vi consiglio di usare gli “snapshot“. Uno snapshot è una “foto” della vostra VM in un determinato momento. Il momento giusto è appena prima di fare una qualsiasi cosa del punto 2. Potete giocare quanto volete sulla VM non si rovina nulla sul PC “vero”, la VM gira in una “sandbox” da cui non possono uscire le cose “cattive”;
  5. Se avete fatto casino al punto 4 e la vostra VM si è incasinata nessun problema: spegnete la VM e tornate allo snapshot precedente;
  6. Se devo installare qualcosa di “sospetto” (freeware, crck, etc etc) io faccio così:
    • creo uno snapshot;
    • verifico con antivirus e antimalaware che la VM sia pulita prima di cominciare;
    • installo la schifezza e faccio tutti i test possibili;
    • verifico con antivirus e antimalaware che la VM sia pulita, ovvero verifico che la schifezza non abbia installato schifezze;
    • in ogni caso torno allo snapshot = VM pulita;
    • se tutto è andato per il verso giusto installo anche sul pc vero (vedi NOTA)

NOTA: mi è capitato due casi recentemente di software che mi interessava e che non volevo incasinasse il mio prezioso pc:

  • volevo provare DesignDoll. Ve la faccio breve: il software, almeno alla versione 3.9 ha dei problemi (risolti con la 4.0). In pratica funziona bene solo se si imposta le unità di misura di windows su giapponese. Per cui va installata la lingua giapponese etc etc. Ho testato tutto sulla VM prima di fare casino;
  • ho sistemato la gestione dei font sul mio pc installando NexusFont in modo da non dover “sporcare” la cartella c:\windows\fonts e organizzare i miei font in una cartella su DropBox debitamente organizzata in sottocartelle. Ebbene ho provato tutto sulla VM, compresa la ripulitura della cartelle fonts di windows.

help-3

E adesso veniamo all’ultimo punto: BACKUP

  1. Create sempre il disco di ripristino del vostro PC una volta pulito;
  2. Usate la Cloud: mettere i file nella cloud permette di avere un backup in tempo reale anche su più macchine contemporaneamente. Ripristinare o installare un nuovo pc diventa semplicissimo. Io personalmente mi servo di:
    • DropBox per scambiare dati e salvare i file da pubblicare;
    • OneDrive per i file sorgenti (file psd e lip ad esempio);
    • GoogleDrive per i miei file personali;
  3. Se usate la cloud con altri occhio a non andare contro le regole precedenti perché sono “gli altri” che potrebbero mettere schifezze nel vostro pc. E allora? E allora basta configurare i client di questi servizi che non sincronizzino le cartelle condivise con altri – userete il browser per mettere e prelevare files;
  4. La cloud può essere pericolosa: se togli un file da un pc sparisce dappertutto! Tutti i servizi di solito mantengono una sorta di “cestino” che ti permette di recuperare roba cancellata, in ogni caso è buona regola passare al punto successivo;
  5. Usare un software di backup: c’è già nel sistema! Se siete utenti Mac avete quella cosa meravigliosa che si chiama TimeMachine! Se avete windows 8 o superiore c’è una roba simile alla TimeMachine che si chiama “Cronologia FIle” – vi consente di salvare versioning dei file dati del vostro PC su disco esterno (usb) o di rete e funziona! Ogni ora (ma l’intervallo di tempo è modificabile) salverà le nuove versioni dei files cambiati tenendo la storia dei vostri dati contenuti in OneDrive, Documenti, Desktop e altro (ecco perché uso OneDrive – ho un doppio backup: sulla cloud e sul mio disco di rete);

Mi sembra di aver detto tutto. Questa lista sarà soggetta a modifiche future ogni qual volta mi viene in mente qualcosa o scopro qualche novità.

Hang Loose.