“La teoria del divano” animata

Ho sempre ammesso che la mia vera passione, il mio sogno inconfessabile, è l’animazione. Il fumetto è un surrogato. Il fumetto è gestibile e realizzabile da solo, con pochi mezzi, l’animazione no. Per questo faccio – o quanto meno tento di fare – fumetti.

Con lo sviluppo del software grafico però, l’animazione comincia ad essere alla portata di tutti. E’ possibile realizzare brevi corti con poco investimento in termini di denaro, e tutto sommato anche abbastanza velocemente. Per questo mi piace impegnarmi in queste piccole avventure di “animazione” quando ne vedo la possibilità.

Come già fatto per altri miei fumetti, per i quali ho realizzato sempre piccoli book trailer, ho deciso di lanciarmi in un breve corto di 59 secondi per accompagnare il mio nuovo libro “La teoria del divano“.

Stavolta, come ogni volta, ho tentato di fare qualche passo avanti rispetto ai corti precedenti: non più animazioni di vignette o immagini statiche ma un vero è proprio cartone animato con frames realizzati uno ad uno, con una piccola storia alle spalle.

Per realizzare questo filmatino ho disegnato esattamente 651 frames, ovvero 651 disegni colorati, alcuni complessi altri molto semplici. Senza contare almeno il doppio di frames “bozze” o “guida”. Insomma un lavorone, svolto in un paio di settimane nel tempo libero.

Mi son divertito un sacco! E’ una cosa che proprio mi appassiona, se solo avessi un po’ più di tempo libero da dedicare allo studio delle tecniche…

Giorni fa, grazie a un amico, sono riuscito a imbucarmi in un workshop di animazione dove parlava questa personcina qua:

A parte il fascino emanato da questo arzillo vecchietto, ho scoperto che lui è uno degli animatori che ha disegnato lilly nell’iconica scena del bacio/spaghetto con il vagabondo nell’omonimo film!

Ha disegnato i Flinstones e tanti altri personaggi di Hanna&Barbera con i quali sono cresciuto, insomma un grande. Sono uscito da quell’incontro con un groppo in gola.

Sto sinceramente pensando di prendermi una pausa dai fumetti per dedicarmi anima e core all’animazione. E avrei pure una mezza idea da realizzare… hmmm…

p.s. in un prossimo post vi mostrerò il “making of” del mio piccolo corto/book trailer della “Teoria del divano“.

Hang loose!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.