Author Archives: cryx

Bambolotti gobbi

Mi piace disegnare bambolotti. Dopo la faticosa esperienza di Viviane l’infermiera, sono tornato nella mia comfort zone, fatta di “omini gobbi“, come ama definirli mia figlia:

… quella con la maglietta gialla per intenderci!

Sebbene non ami il fumetto realistico o, in generale, i disegni realistici, ho comunque cercato di dare una forma alla bella Vivi abbastanza verosimile. Ed è stato veramente difficile, considerando che sono un autodidatta del disegno e considerando il fatto che il Pieri (l’inventore di Viviane) mi ha inondato whatsapp di “immagini” di “reference” che ho giustificato a mia moglie con difficoltà 🙂

A parte gli scherzi, finalmente torno a disegnare i miei bambolotti con “The Flippies“, sgangherata famiglia alle prese con insignificanti drammi quotidiani. Ed è un piacere, per me.

Hang loose

Anche i surfisti piangono

Era il titolo di un fumetto a puntate che sarebbe dovuto uscire su WindNews, storica rivista di WindSurf che ha ospitato, bontà loro, le mie vignette per qualche anno. A casa conservo ancora le tavole originali, in B/N, lettering rigorosamente a mano, vignette storte (disegnate male), un po’ alla ZeroCalcare insomma. Dico questo perché mi “accusano” sempre di copiare ZC, invece quando concepii questa roba penso che ZC fosse ancora un ragazzino che giocava con la PS. Apro un inciso: questa vicinanza presunta a ZC a me fa tantissimo piacere perché lo stimo moltissimo e per certi versi leggere i suoi libri ha sbloccato qualcosa in me, lo confesso. A parte qualche doverosa citazione però, credo di essermi sempre differenziato, o almeno ci ho provato, sempre. Chiudo inciso.

copertina del mio primo libro

Il fumetto “Anche i surfisti piangono” non vide mai la luce, non andai oltre quelle 4 tavole (pari a due puntate) perché non soddisfatto del prodotto. Capii che per fare una storia semi-autobiografica, possibilmente divertente, sul mondo del windsurf della domenica, avrei dovuto lavorare all’idea, pianificarla meglio. E quindi cominciai prendere appunti, che ho accumulato nel tempo.

Poi la collaborazione con WindNews cessò, io passai un lungo periodo di silenzio e questa storia rimase nel cassetto.

Tornato al disegno molti anni dopo con la collaborazione con Tom’s Hardware, a un certo punto mi venne la voglia di fare un fumetto lungo, da pubblicare a puntate, che ripercorresse la storia dei personal computer. Non trovando un idea giusta mi tornò in mente “Anche i surfisti piangono“. Il risultato fu applicare il format di quest’ultimo al fumetto sui personal computer. E nacque “L’evoluzione della specie“. Ecco il perché della sua copertina nel bel mezzo di questo post.

Lo considero, ad oggi, la miglior cosa che ho fatto. Quello che mi dispiace è che ha, in qualche modo, bruciato l’idea iniziale.

E adesso come la racconto la mia vita da surfista?

Hang loose!